mercoledì 31 agosto 2016

Una poesia a filet

Carissime
guardate cosa ho scoperto nel baule della nonna!
Incredibile!
Una poesia intera lavorata a filet. Certo con qualche errore di grafia e ortografia che sono sicuramente perdonati visto l'età dell'intermezzo a filet che risale più o meno a 100 anni fa!!!
Allora non esistevano internet, riviste o altro. Tutto nasceva dalla creatività delle nostre nonne!!! Bellissima veramente!




Amor mio costante
i bimbi dormono
dormite o piccolini
dolcemente
con gli occhi chiusi
e la boccuccia aperta.
Dormono avvolti
dentro la coperta.
Chi fatica aspetta e spera
buona sera
buona sera.
Arrivederci
buon riposo.
Questi sono i versi trasformati a filet che hanno abbellito per moltissimi anni il letto di mia nonna e che ora noi nipoti conserviamo con cura e amore.
A presto Savina

4 commenti:

Un vostro commento è sempre ben accetto!